Solstizio D'Estate

Festival dei Pensieri e dei Sapori

 

La ricerca del nome è sempre importante. Nel caso nostro, Solstizio d'Estate ( è un Festival di Saperi e  Sapori che vuole incontrare tutti i popoli). Come avviene spesso, per capirne il significato bisogna ricorrere al latino “Sol statio”e vuol dire: "fermata, arresto del Sole". Solstizio d'Estate, coincide con il giorno più lungo in cui il sole raggiunge la massima distanza dall’equatore e avviene il 20/21 giugno (la differenza che ci può essere dipende dalla rotazione della terra che fa registrare 5 ore di differenza ogni anno ) e coincide con l' inizio dell’estate; mentre il 20/21 dicembre, rappresenta l' inizio dell’inverno e la notte più lunga dell’anno, per ore di luce.

 

Tutti i popoli e culture, ma anche molti scrittori, si sono appassionati al giorno più lungo dell'anno e ne hanno fatto una festa magica, perché con questa data comincia il risveglio dei campi che assicurano la prosecuzione della vita.

 

Ma se un'associazione come la nostra ha scelto di chiamarsi Solstizio d'Estate, non poteva rinnegare quello  d'Inverno, tanto da dedicargli un'edizione del concorso il Bosco Stregato con il "dio Tammuz" che equivale all'inno alle stagioni che cambiano e l'inverno che insegue la primavera, così come la notte rincorre  il giorno e viceversa.

 

Noi festeggiamo il Solstizio con il Concorso internazionale Il Bosco Stregato che è un’altra dimensione,  un tuffo nella memoria di storie, favole e racconti, che tutti i popoli hanno dedicato al mondo dell’immaginario e che si ritrovano, spesso identiche, in parti diverse del Globo. Per la parte reale (non magica), tuttavia il Bosco non è solo questo, è difesa del territorio che ha bisogno di tutti per continuare a vivere, in un sinuoso cammino infinito, dalle cime delle montagne fino al mare, perché i confini non esistono.

 

Nel 2000 nasce – durante la Festa delle Radici svizzere nelle Langhe – il Concorso internazionale Il Bosco Stregato con diverse sezioni ispirate all’immaginario: novelle, pittura, scultura e ceramica. La sezione novelle aveva ed  ha la funzione di promuovere la diffusione della lingua italiana all’estero, sempre coniugando turismo, cultura e magia.

 

Nel 2003 si rinnova aggiungendo la sezione di Ex Libris.

 

Come spesso accade ci viene in aiuto il latino per capirne il significato e equivale a: “dai libri di”, perché esisteva un legame inscindibile con il proprietario del libro di cui, come un marchio, ne contrassegnava la proprietà. Lunghi dibattiti si sono accesi sull’importanza di questa grafica d’arte.

 

Ovviamente il Concorso è un pretesto, il filo conduttore di un’idea più complessa e proprio per questo non si ferma semplicemente al connubio fra arti visive, sculture e novelle. Si spinge anche all’incontro ideale fra le diverse enogastronomie, i sapori e i saperi. Assieme alle Mostre degli ex libris ci sono laboratori di  lettura, di teatro con attori non professionisti, di arte varia e molti momenti di degustazioni guidate.

 

Nel 2019 Solstizio si rinnova e pensa con l'Associazione Lamedivetro, a Sfumature di Giallo, una nuova declinazione della sezione Brevi Novelle e crea un nuovo sito (www.sfumaturedigiallo.it), marchio registrato di Solstizio d'Estate che rimane abbinato a www.boscostregato.com.

 

Sempre nel 2019 Solstizio d'Estate compartecipa alla promozione del Salone Internazionale del Libro di Torino a Palazzo Tursi a Genova: un Ponte ideale fra Piemonte e Liguria, non solo caratterizzato dalla vicinanza geografica e dalla ricetta emblema del Piemonte la Bagna Caöda, ma anche da tanti interessi culturali ed artistici e dalla voglia di stare...insieme!.

 

 

Torna